Bullismo e cyberbullismo

bullismo e cyberbullismoIl bullismo e il cyberbullismo sono un fenomeno sempre più diffuso fra i giovani, preadolescenti e adolescenti.

Il bullismo è una forma di oppressione attuata da un soggetto più forte fisicamente e psicologicamente nei confronti di uno più debole.

A causa dei comportamenti violenti del prevaricatore, le vittime vivono una condizione di sofferenza, emarginazione dal gruppo e svalutazione della propria identità. Siamo di fronte ad una vittimizzazione spesso su un minore fatta da un altro o altri minori.

Dall’altra il bullo deve arrivare a comprendere le motivazioni e i bisogni che lo portano a mettere in atto le aggressioni.

Gli studi hanno evidenziato che spesso questi comportamenti derivano da un attaccamento disfunzionale con le figure genitoriali.

Si parla di cyberbullismo quando tutto questo viene messo in atto tramite mezzi tecnologici e permette al bullo di agire spesso in anonimato, indebolendo le remore etiche e amplificando i comportamenti violenti.

Il bullismo e il cyberbullismo secondo la prospettiva EMDR

L’EMDR è molto indicato anche nei traumi relazionali e interpersonali come quelli che generano le esperienze di bullismo.

L’approccio EMDR offre l’occasione di aiutare le vittime a rielaborare l’impatto emotivo degli episodi di bullismo, togliendo la parte più traumatica, facendoli lasciare queste esperienze nel passato e rafforzando la loro autostima. In questo modo possono liberarsi dalle conseguenze psicologiche di questi eventi così stressanti a cui possono essere sottoposti bambini e ragazzi.

Alla fine di una terapia breve e mirata con l’EMDR quelli che sono stati vittime di bullismo riescono a vedere in modo più costruttivo queste esperienze e soprattutto possono crescere e sviluppare una personalità più ricca e piena di risorse.

E’ possibile lavorare anche con il “bullo” con gli obiettivi di:

  • fargli rielaborare gli eventi e i modelli che possono averlo portato a sviluppare un comportamento così aggressivo e traumatizzante,
  • fargli sviluppare delle modalità alternative di comportamento più sane per lui e per gli altri,
  • aiutare a sviluppare empatia e gestione della rabbia e dell’aggressività.

Lavorare sul bullismo e il cyberbullismo permette quindi a tutti gli attori coinvolti di elaborare le loro storie presenti e pregresse di traumatizzazione. Sono molto importanti anche i progetti scolastici e i seminari di formazione e sensibilizzazione per insegnanti e genitori.